Ginkgo Biloba




Ginkgo Biloba

ginkgo biloba

Ginkgo Biloba Proprietá ed Utilizzo
Il Ginkgo Biloba viene utilizzato sia in cucina che per scopi terapeutici.
In cucina si utilizzano i semi tostati per preparare frullati.
In Cina viene utilizzato per preparare piatti tipici per il giorno del matrimonio.
Gli usi terapeutici del Ginkgo Biloba sono variegati.
Le foglie sembrano favorire la circolazione e si usano anche per trattare l'asma.
L'uso del Ginkgo Biloba favorisce la memoria, in quanto migliora la circolazione del sangue verso il cervello e aiuta ad ossigenare e nutrire meglio le cellule nervose.
Si utilizza inoltre per contrastare la perdita di capelli.
Le foglie si utilizzano anche per combattere le varici.

Ginkgo Biloba Controindicazioni
Somministrare con cautela in pazienti che assumono anticoagulanti, diuretici, trombolitici, caffeina; non assumere insieme a a prodotti a base di aglio o derivati dal salice in quanto si potrebbero causare problemi allo stomaco.

Denominazione e origine
Il ginkgo biloba è una delle poche specie vegetali che hanno resistito a tempo e cambiamenti, essendo nata circa 250 milioni di anni fa.
Fa parte della famiglia delle Ginkgoaceae; si tratta di un albero deciduo, che puó raggiungere i 40 metri di altezza.
La chioma si presenta ovale e fitta, le foglie a ventaglio sono bilobate e alterne, colore verde chiaro e giallo dorato in autunno.
I semi non sono protetti dall'ovario e sono ricoperti da un involucro carnoso che li fa assomigliare ad albicocche.
La pianta viene anche chiamata ginko biloba o ginco.
Il nome Ginkgo, sembra derivare da un errore di trascrizione di un nome giapponese che sta per argento e albicocca, derivante a sua volta dal cinese.


Storia
Molti studi hanno riportato dell'esistenza del Ginkgo sin dai tempi dei dinosauri.
Nei tempi antichi, il Ginkgo veniva utilizzato anche per curare i geloni e come rimedio digestivo.
La medicina ayurvedica lo associó per tempi immemorabili alla longevità, usandolo come ingrediente principale dell'elisir di lunga vita.

Geografia
Il ginkgo biloba è una pianta originaria dalla Cina.
Oggi viene coltivata principalmente in Cina, ma anche in Francia e Carolina del Sud.
L'albero è stato introdotto in Europa solo nel 1730.
Il Ginkgo è coltivato in Italia solo a scopo ornamentale.

Coltivazione
E' difficile trovare la pianta allo stato naturale e silvestre.
Quasi tutti gli esemplari esistenti sono frutto di coltivazione diretta.
La semina avviene durante la primavera, meglio se in terreni ben drenati ed al fresco.
Il fiore delle piante femmine produce i semi, ma la pianta ha bisogno di almeno trenta anni per produrre semi che possano essere fecondati.

Varietá
Almeno una trentina le varietá di ginkgo biloba esistenti; le piú ricercate sono quelle che presentano un albero piú piccolo e perció consono a tutti i giardini.

Curiositá
Sei esemplari di Ginkgo, ancora esistenti, sono sopravvissuti alla bomba atomica di Hiroshima.
I monaci buddisti hanno protetto la specie dall'estinzione, coltivandoli in luoghi sacri ed intoccabili.

DISCLAIMER

Ginkgo Biloba



©2015 PIANTE MEDICINALI – Tutti i diritti riservati Privacy Policy